Giardino e orto

Si rinnovano le bordure e i vasi mettendo a dimora piante come le begonie, le petunie, le dahlie, le salvie, le azalee, le ortensie, le camelie, senza parlare poi del re incontrastato dei terrazzi e dei balconi: il geranio.

Le rose sono in piena fioritura ma con le giuste attenzioni le fioriture si prolungheranno. Si rimuovono i fiori appassiti, in modo da promuovere lo sviluppo di nuovi boccioli, si controlla l'eventuale sviluppo di polloni - ossia di germogli che si sviluppano al di sotto al punto d'innesto – e si elimano poiché rappresentano un notevole spreco d'energia da parte della pianta.

In piena terra si seminano: garofano, crisantemo, petunia, zinnie. Siamo ancora in tempo a mettere a dimora alcune bulbose: begonia tuberosa, crocosmia, Bessera elegans, dahlia, amaryllis, canna indica, gladiolus e sternbergia.

Le sempreverdi come lauro, agrifoglio, tuya, falsocipresso, C.Leylandii, sono in pieno sviluppo.

Ricordate che una pacciamatura (utilizzate la Corteccia Terflor) limiterà lo sviluppo delle malerbe, mantenendo nel contempo umido il terreno.

I lavori da fare nell’orto in questo mese sono diversi come semine, trapianti, rincalzature. Raccogliamo: insalate, erbe aromatiche di vario tipo, piselli, fagiolini, ravanelli, carote, pomodori, cetrioli e zucchine.

Procedete anche alla semina di barbabietole, bietola, broccoli, cardi, carote, cavolfiori, cavoli, cetrioli, cicoria, fagioli, fagiolini, indivie, lattughe, prezzemolo, ravanelli, rucola, sedano.

Si mettono a dimora le piccole piante di basilico, zucchine, cetrioli, pomodori, zucche, meloni, melanzane, peperoni. Alcune orticole, per potersi sviluppare al meglio, necessitano di tutori; i pomodori, ad esempio, così come melanzane, peperoni e cetrioli, necessitano di tutori, si possono utilizzare delle canne di bambù, che vanno interrate vicino al piede della pianta; nell'arco delle settimane procederemo assicurando le piante al tutore, utilizzando della rafia o del filo gommato. Fagioli e piselli rampicanti invece possono essere coltivati lungo una pergola, oppure si possono utilizzare in sostituzione sottili reti in plastica.

 

Ricordate se non disponete dello spazio necessario potete sempre coltivare le piante da orto utilizzando il SUBSTRATO LE MIE BONTÀ TERFLOR come sacco di coltura (basta praticare sul fondo diversi fori per facilitare lo sgrondo dell’acqua in eccesso). Utilizzate sempre il sottovaso.

Se possibile irrigate senza bagnare la parte aerea delle piante, interessando direttamente il terreno prossimo al colletto. 

21 Giugno 2016