Peonie

La specie è originaria del Medio Oriente, più precisamente la Cina dove è chiamata "la regina dei fiori".

Le peonie sono piante estremamente adattabili che, per la bellezza dei fiori, per il loro profumo e per l’eleganza del portamento, trovano posto in ogni giardino. I fiori, doppi o semidoppi, possono essere variegati e dai colori più vari: rossi, bianchi, orsa, porpora a tinta unita o screziati.

Le specie erbacee formano cespi bassi e compatti. Ideali per bordure miste, magari accostate a piante con fioritura più tardiva o più precoce, ma volendo si possono utilizzare per formare grandi macchie o bordure monocromatiche. Si accostano magnificamente alle rose antiche, oppure agli iris con i quali condividono il periodo di fioritura. Nei giardini rocciosi le specie di piccola taglia – come la P.anomala, la P. tenuifolia, la P. mlokosewitscii, la P. officinalis -  valorizzano anche gli ambienti più formali.

Le specie arbustive sono piante molto eleganti e decorative, anche quando non sono in fioritura, grazie al loro fogliame e ai giovani rami dalle sfumature rosse o glauche che le rendono particolarmente adatte ad essere accostate a piante come lavande o santoline. Ideali per formare il primo piano davanti ad alberi o arbusti di taglia alta, ma esprimono tutta la loro bellezza anche come esemplari isolati o a gruppi fra cespugli di taglia bassa e compatta.

Le peonie, sia a radice nuda che in vaso, vanno messe a dimora da settembre a maggio, ma la scelta del  periodo autunnale permetterà alla pianta di sviluppare e ramificare il suo apparato radicale prima dell’inizio della ripresa vegetativa

La coltivazione in vaso delle peonie è possibile solo se si utilizzano contenitori piuttosto alti – almeno 40-45 cm - e di dimensione sufficiente per farvele rimanere molti anni indisturbate, in quanto non amano essere trapiantate (dopo il trapianto non rifioriranno prima di 4-5 anni).

Il pH ottimale delle peonie può variare da sub-acido a leggermente alcalino (pH 6-7). Utilizzate il SUBSTRATO PRIMAVITA TERFLOR.

Tanto per le erbacee che per le arbustive il trapianto in piena terra è necessario predisporre una buca di circa 40 cm di lato e 40 cm di profondità.  Sul fondo della buca va posta dell’Argilla Terflor, mentre la terra va poi miscelata con  SUPER ORGANICO TERFLOR.

Esposizione: tanto le erbacee che le arbustive amano il sole, tuttavia un’ombreggiatura parziale nelle ore più calde della giornata può contribuire ad aumentare la durata dei fiori.

Epoca di fioritura: la fioritura inizia da aprile-maggio, ma può prolungarsi fino a giugno.

Concimazione: fornire concime di origine organica (SUPER ORGANICO TERFLOR) ogni tre mesi da febbraio fino all’autunno.

Irrigazione: evitare i ristagni per cui fondamentale è il drenaggio.

Potatura: le peonie non necessitano di cure particolari, è sufficiente “ripulire” le piante, togliendo i rami secchi, al principio della primavera.

note: le peonie sono note per avere un potere antiossidante, rigenerante e lenitivo. le loro radici (di alcune varietà particolari) vengono oggi utilizzate per produrre creme per il viso, dalla proprietà rigeneranti contro i segni del tempo.Anticamente, in cina, erano ritenute così preziose da essere portate in dote in alcuni matrimoni. Erano protette dagli imperatori e così amate dai cinesi che sono state riprodotte dai vasi ming ai francobolli ai tessuti fino ai giorni nostri. La prima peonia arrivò in europa alla fine del '700, in inghilterra, nei giardini di kew.

12 Maggio 2016